Maurizio Pirovano

Maurizio Pirovano

Maurizio Pirovano nasce a Lecco il 12 ottobre 1974, l’avvicinamento alla musica è arrivato studiando la chitarra, da prima in modo autodidatta e poi con l’ausilio di maestri. Maurizio Pirovano considera la musica non il fine ma il mezzo per esprimere le emozioni e i sentimenti che ogni uno di noi tiene nascosti e ben chiusi in fondo alla propria stanza personale. La musica apre porte impossibili e supera le barriere culturali e linguistiche in cui le parole devono entrare e le melodie diffondersi, questa è una canzone.

 “IL TEMPO STRINGE” (Latlantide – gennaio 2009), è l’album d’esordio di Maurizio Pirovano, è innanzitutto un album rock nel senso più puro del termine, da esso sono state tenute lontane tutte le influenze Pop che tanto hanno contaminato i Rocker di fine e inizio millennio.

A settembre 2011 esce “NON DISTURBIAMO LA TELEVISIONE” (Latlantide – 2011), il secondo album di Maurizio Pirovano, un album fatto di undici tracce che alternano sapientemente pezzi sostenuti come “I Conti”; “Dove si Va”; “Figlio di un centro commerciale” e Scrivilo sui Muri” a ballate avvolgenti come “C’hai ragione te” e “Non c’è più niente da dire” ma tutte con lo scopo di comunicare la necessità d’un sentire comune.

“UN GIORNO QUALUNQUE” (Latlantide – 2 aprile 2013) è il titolo del terzo album di Maurizio Pirovano, l’album della maturazione artistica, ricco di nuove ballate rock e brani impegnati. Questo disco è semplicemente una serie di scatti che parlano della fatica, del sudore “del vivere” (quello con V maiuscola) per non lasciare che sia, perché niente è così sia. Il primo singolo estratto dall’album “Un Giorno Qualunque” è “Domani Parto”, un brano e un videoclip scritto e dedicato a tutte le persone che desiderano ripartire, rifarsi una vita, fare le scelte migliori e vivere da protagonisti.