Barmagrande

BarmaGrande_Foto1_b

BarmaGrande_Foto2_bLo spirito dei BarmaGrande è sempre stato quello di far entrare nella grande caverna ogni genere di musicisti, provenienti da diversi stili musicali, pur mantenendo come stile principale il reggae roots. Per questo motivo si sono succeduti negli anni diversi artisti, che hanno collaborato nei concerti e nelle registrazioni dei dischi.
Se vi aspettate che i vegetariani siano noiosi e prevedibili, eccoli pronti a smentirvi. E vi sorprenderanno anche perché fanno il reggae delle origini, anche se non hanno i dread e non fumano ganja ma ricercano la consapevolezza profonda.
La loro ricerca dell’identità è spirituale e sonora, passa dai grandi musicisti, giamaicani e non, con cui suonano. Ci piace ogni volta invitare tanti buoni musicisti, per fare festa e improvvisare: per loro anche il piccolo concerto deve essere un evento unico.
Il gruppo nasce nel 1996 a Latte, al confine tra Italia e Francia. I fondatori sono Emma Lercari e i fratelli Sandro e Marco Donda. Cantano in italiano, inglese, francese e ligure. Hanno all’attivo quattro album autoprodotti, il quinto è “Libertà” co-prodotto con Stephen Stewart; diverse compilation distribuite a livello nazionale, e la partecipazione a numerose manifestazioni e festival in Italia e in Francia “Rototom Sunsplash” di Osoppo, “Festival Contro” di Castagnole Lanze ad Asti, “Rock in the Casbah” a Sanremo, “Nuvolari libera tribù” a Cuneo, “X° Reggae Festival” al Théatre de Vérdure di Nizza e “XVII Big Reggae Festival” di Antibes – Juan Les Pins condividendo il palco con artisti di fama internazionale come Stephen Marley, Groundation, Beenie Man, Gladiators, Toots and the Maytals e molti altri.

 

www.barmagrande.net