Bastille, arriva l’album n° 1 in UK: BAD BLOOD

Bastille BAD BLOOD ALBUM cover_m

E’ finalmente disponibile anche in Italia da domani, martedì 19 marzo, “BAD BLOOD” l’album di debutto dei BASTILLE che pubblicato in UK il 4 marzo, su etichetta Virgin, è entrato al numero 1 della classifica della UK album chart ufficiale.

Il singolo “POMPEII”, contenuto nell’album, ha debuttato al numero 2 della UK singles chart. Un traguardo eccezionale considerando che è dal 2009 che una band indie non entra in Top 10 prima della release dell’album.

Anche in Italia “POMPEII” ha riscosso un successo immediato piazzandosi al numero 1 nella classifica dei singoli più scaricati da iTunes e conquistando la Top 5 nella classifica delle canzoni più suonate dalle radio.

 

L’album contiene 12 canzoni, di cui Dan Smith, il cantante e leader del gruppo, è autore sia di testi che di musica ed è svuotato completamente dalle chitarre ma ricco di voce, archi e percusssioni.

Questa è la tracklist:  1. Pompeii, 2. Things We Lost in, the Fire, 3. Bad Blood, 04. Overjoyed, 5. These Streets, 6. Weight of Living, Pt II, 7. Icarus, 8. Oblivion, 9. Flaws, 10. Daniel in the Den

11. Laura Palmer, 12. Get Home.

 

Dan Smith è un musicista poliedrico dallo stile eclettico, che riesce a produrre uno dei sound più entusiasmanti della nuova musica contemporanea. Sono bastati infatti i tre singoli “Flaws”, “Overjoyed” e “Bad Blood” per imporre iBASTILLE all’attenzione del pubblico, che in Inghilterra li segue con passione e che ha fatto registrare il tutto esaurito nel loro primo tour da headliner.

La musica dei BASTILLE nasce da una sola persona, ma a darle vita sul palco sono 4 musicisti: il batterista è Chris Wood e il bassista Will Farquarson, vecchie conoscenze musicali di Dan; Kyle Simmons completa la line-up come tastierista, ed è un amico di Dan conosciuto per caso ad una festa. Ognuno ha il suo ruolo nei BASTILLE, tuttavia non si può limitare il loro apporto artistico a un solo strumento: la band è unita da una coesione vocale che crea un suono nuovo, un’evoluzione dell’approccio creativo compositivo di Dan. Sul palco i BASTILLE fanno quello che molti loro coetanei si dimenticano di fare: si divertono, e la musica ne trae sempre beneficio.

Dicono di loro:

“Bad Blood is an album crafted in one of modern pop’s greatest refineries *****”Artrocker

(Bad Blood è un album costruito nella migliore fabbrica del pop moderno)

“The buzz that was a mere murmur is now deafening ***” Sun

(Le chiacchiere che erano appena un mormorio ora sono assordandi)

“… feels like so much more than a debut ****” Fake DIY

(Sembra così tanto di più che un debutto)

 

“The hype surrounding Bastille is electric” Metro

(L’hype che circonda i Bastille è pura elettricità)

“They are set to conquer ****” Daily Mail

(Sono programmati per conquistare tutto)

“There is an awful lot to love about Bad Blood” Drowned in Sound

(Ci sono un sacco di motivi per amare Bad Blood)

“Bastille really deliver” BBC Music

(I Bastille ce la fanno davvero)