Mojo Station Blues festival IX edizione

Mariem Hassan_01photo

torna il principale e più longevo festival blues di Roma, il MOJO STATION BLUES FESTIVAL, nona edizione. Tre giorni – dal 31 Maggio al 2 Giugno – nel popolare quartiere Pigneto (presso l’Init Club) dedicati alla musica, alla cultura, alla documentazione cinematografica e all’arte visuale del blues con ospiti internazionali e talenti nostrani.

Special guest del festival (nella seconda giornata, sabato 1 giugno), organizzato dall’Associazione culturale Mojo Station (affiliata alla Blues Foundation di Memphis), sarà la grande interprete e ambasciatrice musicale nel mondo del popolo Saharawi, MARIEM HASSAN, la “Voce del Sahara”, pioniera del “Desert Blues”, che da trent’anni -attraverso una miscela di sonorità blues, suoni tradizionali e incursioni psichedeliche- canta la difficile situazione del suo popolo di profughi e ne sostiene la lotta e la resistenza con l’arma della sua musica ammaliante.
Ospite delle ultime tre edizioni del festival di musiche dal mondo WOMAD, la Hassan presenterà a Roma i brani che l’hanno resa celebre: da “Arrabi Al Arabe” (“Primavera Araba”) a “Gdeim Izik”, canzone struggente dedicata al triste episodio della distruzione del campo profughi omonimo ad opera dei dominatori marocchini, fino a presentare in anteprima estratti dal nuovo disco di prossima uscita. (Qui un suo video)

Altro grande ospite internazionale, ROBERT “WOLFMAN” BELFOUR, storica figura del country blues più genuino del sud degli Stati Uniti. Sarà nella capitale – per un’unica data italiana – come headliner della terza e ultima giornata di festival (domenica 2 Giugno), presentando i brani dell’ultimo disco per la storica Fat Possum Records. Qui potete vederlo in una sua esibizione:

La stessa giornata vedrà sul palco dell’Init Club altri musicisti di comprovata fama mondiale come i LEFT LANE CRUISER (pittoresco e corrosivo duo punk blues dell’Indiana) e LIGHTNIN’ MALCOLM, grande chitarrista (ma non solo) del Mississippi.