Novità per il Mojo Station Blues Festival

TRES_photo 1

Si aggiunge un headliner di pregio al Mojo Station Blues Festival, la principale rassegna blues della capitale (ma non solo): ai già annunciati guest internazionali (Mariem Hassan “la Voce del Sahara” e gli statunitensi Robert Belfour, Left Lane Cruiser e Lightnin’ Malcolm) venerdì 31 maggio salirà sul palco il gruppo del grande chitarrista livornese Roberto Luti, ovvero i TRES, che presenteranno il nuovo (e secondo) disco “Live at The Cage”, registrato dal vivo all’interno del The Cage Theatre di Livorno.

Un album che rispecchia appieno l’attitudine live dei formidabili musicisti: Roberto Luti alla chitarra, il fratello Simone al basso e Rolando Cappanera alla batteria. Dai loro esordi negli anni ’90, quando calcarono il palco del Pistoia Blues e dei principali club e festival italiani con il nome di “First Experience”, alle esperienze personali internazionali -in primis di Roberto Luti, tra i migliori chitarristi al mondo, appena tornato da un viaggio in Australia dove ha suonato con il progetto Playing For Change di cui è pilastro fondamentale: 6 date come open act di Robert Plant- i 3 mostri sacri del rock-blues italiano si sono riuniti e, sotto altro nome, Tres, hanno dato vita l’anno scorso al primo album insieme dopo 20 anni dal loro sodalizio musicale (iniziato quando erano adolescenti). Ora, al secondo disco, i Tres si riconfermano dei veri maestri dall’incredibile talento tecnico e compositivo e che danno il loro meglio sul palco, con un prodotto che è profondamente blues e reso speciale dall’attitudine all’improvvisazione che caratterizza la genesi dell’album e il marchio di fabbrica della band.