THE PANICLES presentano AVE MARIA, il singolo d’esordio

The Panicles_tutti_bar_m

Il rock italiano non è morto, anzi, una giovane band è pronta a riportarlo in vetta alle classifiche. Loro sono i THE PANICLES (Carlo Badanai alla batteria, Mattia Sarcetta al basso e Michele Stefanuto alla voce e chitarra) tre ragazzi tra i 24 e i 27 anni che arrivano dal profondo nord est, tra Pordenone e Venezia.

 

Il loro brano di debutto, in radio e in digitale da domani, venerdì 19 aprile, si intitola “AVE MARIA”, un inno alla speranza, non solo speranza di compiere grandi imprese, ma anche semplice speranza di tirare avanti, in un periodo socio economico così difficile.

 

«Ave Maria – racconta la band – è una canzone che ambisce a parlare di molte cose ma, diciamolo subito, non è una canzone che parla di religione/i. L’unico legame con la religione, se proprio volessimo cercarne uno, potrebbe essere un aneddoto accaduto circa un anno fa. Dei vicini di casa di Michele (il cantante) gli chiesero di intonare l’Ave Maria di Schubert il giorno del loro matrimonio». Michele ricorda così quel momento “Quel giorno mi resi conto che mi piaceva far uscire dalla mia bocca quelle parole, mi mettevano forza” .

 

“AVE MARIA” è tratto dal disco “L’alba è l’ora migliore per tornare”, primo cd della band la cui pubblicazione è prevista per la fine di maggio.

 

L’alba è l’ora migliore per tornare – spiegano i Panicles – ma anche per cambiarescegli tu se vuoi finalmente essere ciò che sei oppure ciò che non sei mai stato, perchè l’alba, se la accogli, può aprire una stagione intera, ricca di sfide e godimenti”.

 

Nel 2009 avviene l’incontro tra MicheleMattia e Carlo, un incontro nato dalla comune ricerca di un loro progetto artistico basato sulla volontà di scrivere canzoni dal suono “classico”, a volte scarno ma dal grosso impatto emotivo, e molto rock’n’roll. Nel 2010 realizzano il loro primo CD autoprodotto intitolato “In Denmark” e con il classico furgone un pò scassato partono alla ricerca di club e locali di tutta Europa dove poter portare la loro musica.  Due loro brani in lingua inglese, “In Denmark” e ” America“, vengono utlizzati come musica degli spot sui canali web degli occhiali Police Sunglasses.  Nel settembre 2011 i The Panicles intraprendono una breve tournèe in Inghilterra, esaudendo uno dei loro sogni, e proprio in quella occasione incontrano il produttore italiano Roberto Tini (produttore e manager che ha portato al successo il duo italiano Sonohra). Roberto si innamora del sound della band e decide di intraprendere con loro una collaborazione artistica. Come primo atto di questo nuovo rapporto Tini richiama la band a Londra per la registrazione del primo EP ufficiale dando la possibilità a Michele, Mattia e Carlo di esaudire un altro grande sogno: registrare il disco negli Abbey Road Studios.È sempre Roberto Tini a presentare il progetto a EMI Music Italy che decide di salire sul carro del rock dei THE PANICLES.