RONIN: 7 date live per il “Twin Peaks Tour”

RONIN

Ronin sempre attivi su vari fronti: la band guidata da Bruno Dorella ha recentemente siglato una serie di operazioni speciali, tra cui spicca il 7” in edizione limitata di “Twin Peaks” che da il nome anche al nuovo, breve ma intenso tour. Ma anche le altre novità arrivano dal mondo cinematografico, dal momento che i nostri hanno firmato interamente la colonna sonora di “Il terzo tempo” (di Enrico Maria Artale, con Stefania Rocca, uscito a marzo 2013) e realizzato il brano “Animal’s eyes” con alla voce Francesca Amati, il pezzo dei titoli di coda di un altro film “Tutto Parla Di Te” (di Alina Marazzi con Charlotte Rampling, uscito in questi giorni nelle sale).


(Colonna sonora di Tutto Parla di Te) video firmato da Matteo Giovannelli

I Ronin tornano anche sui palchi italiani per una serrata sequenza di date che partono giovedì 25 aprile da Roma. Ancora una volta troveremo sul palco una band straordinaria, in grado di trasportarci senza apparente sforzo lontano da tutto ciò che abbiamo davanti agli occhi ogni giorno. I Ronin hanno una capacità unica di mischiare suggestioni provenienti dalla musica del mondo e di ogni tempo, contaminando tutto con immensa passione creativa ed una classe che appartiene a poche creature.

 25 aprile: Roma @ Dal Verme
26 aprile: Arezzo @ Karemaski
27 aprile: Senigallia (AN) @ Gratis
02 maggio: Bologna @ XM24
03 maggio: Modena @ Happen
04 maggio: Torino @ Blah Blah
05 maggio: Milano @ Magnolia

 booking concerti: cecca@estragon.it 335 7169140

www.myspace.com/ronintheband
www.facebook.com/pages/Ronin/32566940991
www.lastfm.it/music/Ronin

BIOGRAFIA

La data di nascita dei Ronin si può far risalire al luglio del 1999, quando Bruno Dorella, allora batterista dei Wolfango, sognava di formare un gruppo che unisse il western morriconiano, l’isolazionismo chitarristico e certo folk mediterraneo e balcanico. Una sera di quel luglio stava per suonare in un festival a Pesaro, quando una tempesta arrivò ad impedirne lo svolgimento. Gli unici a suonare furono dei musicisti ungheresi che si trasferirono sotto il tendone delle birre ed intrattennero tutti suonando musica balcanica in acustico per un paio d’ore. Folgorato dall’esperienza, Dorella decide di far partire il progetto. Ci mette un po’ a trovare i musicisti giusti visto il suo retaggio punkettone, ma nel 2003 vede finalmente la luce il primo EP, semplicemente intitolato Ronin. Questo EP diventa anche la colonna sonora del mediometraggio “Rocca Petrosa” di Cosimo Terlizzi. Da subito il gruppo inizia un’intensa attività concertistica in Italia e in Europa. Nel 2004 arriva il contratto con Ghost Records, che pubblica il primo album (ancora omonimo). Una canzone dell’album, “I Am Just Like You”, entra nella colonna sonora del film “Tu Devi Essere Il Lupo” di Vittorio Moroni. Il secondo album “Lemming” esce nel 2007 sempre per Ghost ed è disco del mese sulle riviste specializzate Rumore e Blow Up. Alcuni brani di questo album entrano nella colonna sonora del film “Vogliamo Anche le Rose” di Alina Marazzi, di cui i Ronin firmano anche la colonna sonora originale, uscita per Rhino/Warner Music Italia. Altri brani di “Lemming” diventano la colonna sonora del documentario “Via Selmi 72” di Mauro Diciocia e finiscono tra le musiche di fiction e programmi televisivi. Nel 2009 esce il terzo album “L’Ultimo Re”, che ha riscontro a livello europeo e permette al gruppo di affrontare nuovamente i palchi italiani ed esteri. Con l’uscita di Fenice nel 2012 la formazione subisce un ulteriore cambiamento ed oggi, oltre a Bruno Dorella alla chitarra (anche batterista di OvO e Bachi Da Pietra), comprende Chet Martino al basso (anche nei Quasiviri), Nicola Ratti alla chitarra, attivo come sound artist in solo, oltre che in duo con Faravelliratti e Bellows, e in sostituzione del batterista storico Enzo Rotondaro, il nuovo ingresso di Paolo Mongardi, figura eclettica del nostro panorama musicale avendo spaziato dalla psichedelia dei Jennifer Gentle alla dirompente matematica di Zeus! attraverso il pop d’autore de Il Genio. Al termine del tour di Fenice anche Chet Martino esce dal gruppo e al basso subentra Diego Pasini.

RONIN “TWIN PEAKS”

I Ronin firmano il quarto volume della serie di 7″ prodotti da Bronson, dopo Calibro 35, Guano Padano e Dirty Beaches. Per questa edizione limitata a 500 copie, con copertina d’autore (Gianluca Costantini) i Ronin si confrontano con un gigante delle colonne sonore degli ultimi 40 anni, Angelo Badalamenti, e col suo capolavoro creato per “Twin Peaks” di David Lynch. I due temi riproposti sono quello principale (“Falling”), suonato con le lacrime agli occhi in un bagno di nostalgia e di ricordi, e quello di Laura Palmer, reinterpretato in maniera più irriverente, come se ad un certo punto ci si ritrovasse in una Ballroom degli anni ’50. Se avete più di 30 anni o se state riscoprendo Twin Peaks ora grazie al revival in atto intorno alla serie, basteranno quelle prime tre note ad evocare tutta l’atmosfera della serie TV più famosa e rivoluzionaria della storia.

“Twin Peaks” è in vendita al Bronson, ai banchetti dei Ronin e su

www.bronsonproduzioni.com/lab/produzioni