SPRING ATTITUDE FESTIVAL 2013

L-Ektrica-Spring-Attitude-2013_flyer

10 e 11 Maggio 2013
Spazio 900
Piazza Guglielmo Marconi 26/B – Roma –  Inizio ore 22.30

Spring Attitude è un festival. Un festival dedicato alla musica elettronica e alle sue nuove sonorità.
Giunto alla sua quarta edizione, dopo aver visto un numero crescente di pubblico che ha toccato le 2000 persone nell’edizione 2012 e dopo aver ospitato artisti nazionali e internazionali di rilievo assoluto già dai primi appuntamenti quali 2MayDj’s, Vitalic, Who Made Who o Gold Panda, torna forte di numerose novità, ponendosi come il coronamento dell’attuale stagione in cui L-Ektrica e i suoi eventi hanno raggiunto il traguardo dei dieci anni di attività.
Quest’anno il festival non sarà concentrato in una singola data, bensì si prolungherà per tutto il weekend con un ricambio di artisti che si esibiranno sui 2 stage dando sfumature diverse e altrettanto imperdibili alle serate del venerdì e del sabato: una vera e propria maratona che porterà qui tutto il pubblico che tradizionalmente si riversa nei club capitolini per seguire i live e le serate di spicco.
La location, coma da tradizione, è lo Spazio 900, club nel cuore degli edifici storici dell’Eur pronto ad accogliere tra le sue colonne di marmo e sulla sua balconata una line up di spessore unico.
Ed è proprio la line up ad essere la novità più importante del festival. Una line up che vede coinvolti numerosi artisti stranieri e che dà allo Spring Attitude un respiro internazionale finalmente ampio rispetto a uno scenario cittadino – e anche nazionale – fatto per lo più di piccole finestre che di volta in volta si aprono su panorami esteri, che invece sono in costante e consistente evoluzione. Una line up che cattura suoni nuovi dall’Inghilterra e dalla Francia, come dalla Germana o dagli Stati Uniti, senza dimenticare alcune eccellenze italiane tutt’altro che da sottovalutare.

LINE UP VENERDI’ 10 MAGGIO
SBTRKT – JOHN TALABOT – TENSNAKE – DUSKY – XXYYXX – GIRAFFAGE – SLOW MAGIC – BLACKBIRD BLACKBIRD – BEAT CULTURE

LINE UP SABATO 11 MAGGIO
DISCLOSURE – GESAFFELSTEIN – SHIGETO – VONDELPARK – ESPERANZA – PERSEUS – AD BOURKE – ANDREA ESU & FABRICE – UABOS

INFO BIGLIETTI
ABBONAMENTO 2 GIORNI: 30 euro + d.p.
GIORNO SINGOLO: 20 euro + d.p.
GIORNO SINGOLO AL BOTTEGHINO: 25 euro

www.springattitude.it
facebook.com/springattitude
info@springattitude.it

GLI ARTISTI DI SPRING ATTITUDE 2013

JOHN TALABOT live: genietto spagnolo dell’elettronica psichedelica e balearica, si è guadagnato con il suo album “Fin” le posizioni alte di numerose classifiche di siti e riviste, finendo nelle prime posizioni dei migliori album del 2012 secondo Resident Advisor, Xlr8r, Rough Trade e Pitchfork. Dopo aver aperto le date di The XX sarà per la prima volta a Roma in versione live, accompagnato dal connazionale Pional, con una performance trascinante dal primo all’ultimo brano.

SBTRKT dj set: dietro questo nome dalla pronuncia quasi impossibile – “Subtract” la dicitura con le vocali omesse – si nasconde Aaron Jerome, inglese che nel 2011 ha realizzato un acclamatissimo album omonimo sull’etichetta Young Turks che lo ha consacrato a livello mondiale. Sul palco si presenta con il volto celato da una maschera tribale e nei suoi set sciorina con potenza tutte le declinazioni dei suoni made in Uk: dubstep, post dubstep, Uk funk, garage. Suonerà per la prima volta a Roma.

DISCLOSURE dj set: i due fratelli inglesi Guy e Howard Lawrence sono stati una delle rivelazioni del 2012. Con una manciata di brani raccolti nell’ep “The Face”, e aiutati da video a dir poco conturbanti, hanno riscritto le regole del genere house in Inghilterra dando spazio a groove e canto, coniugandoli in maniera sinuosa e irresistibile. Sono un fenomeno che registra ovunque sold out nonostante abbiano rispettivamente solo 21 e 18 anni. Suoneranno per la prima volta a Roma.

GESAFFELSTEIN dj set: francese, ama suonare vestito impeccabilmente in camicia e sfoderare suoni scuri e duri che uniscono electro e techno con un’ossessività che lo accumuna a diversi suoi colleghi transalpini. È tra le nuove leve preferite di un veterano quale Tiga, che per la sua etichetta Turbo ne ha prodotto diverse uscite.

TENSNAKE live: Marco Niemerski è uno dei nomi di punta della scena tedesca che si è lasciata ammaliare dai suoni caldi della disco, anche con derive cosmic. I dj che non hanno passato la sua Coma Cat o adorato il suo album doppio “In The House” si contano sulle dita di una mano.

XXYYXX live:  Marcel Everett, lo crediate o meno, è nato nel 1995 in Florida. A soli 17 anni è già uno dei producer più quotati negli Stati Uniti, guadagnandosi un posto d’onore in quella scena che annovera Clams Casino, Frank Ocean come la label di Los Angeles Brainfeeder. È capace di fonder soul, r’n’b, elettronica, beat e abstract hip hop con una naturalezza strabiliante. Suonerà per la prima volta a Roma.

VONDELPARK live: Voldelpark sono una band londinese composta da tre amici d’infanzia: Lewis Rainsbury, Alex Bailey e Matt Law. Negli ultimi due anni il trio ha sviluppato il suo sound, intimo e sognante, che miscela elementi acustici a sintetizzatori e drum machines. Le loro incredibili apparizioni live li hanno fatti notare alla storica etichetta belga R&S (già’ promotrice di grandi talenti come James Blake, Blawan, Lone e molti altri) che li ha messi sotto contratto senza pensarci troppo su. Il loro album d’esordio “Seabed”, uscito nei primi giorni di aprile, e’ stato esaltato da Pitchfork come uno dei dischi più’ belli di questo 2013. Per la prima volta a Roma!

DUSKY dj set:  Alfie Granger-Howell and Nick Harriman sono un duo di produttori inglesi. Fanno base a Londra e sono destinati a diventare uno dei nomi caldi del 2013  grazie a brani capaci di diventare veri tormentoni come il mix jackin’ house e percussività techno Calling Me uscito sul finire del 2012. Suoneranno per la prima volta a Roma.

ESPERANZA live: vanto italiano, gli Esperanza sono Cécile, Matteo Lavagna e Sergio Maggioni. Musicisti con una solida esperienza alle spalle, sia come band che come singoli produttori, con la loro unione di indie, elettronica, progressioni kraut e melodie dreamy hanno conquistato l’etichetta di Monaco Gomma, che ha prodotto il loro esordio, e l’Academy della Red Bull che li ha fatti suonare in lungo e il largo in Europa.

AD BOURKE live: Adam è romano, ed è uno dei nuovi produttori di elettronica che sono emersi con fortuna dalla scena capitolina. Unisce groove disco, hip hop e funk ed è anche lui un “protetto” dell’Academy Red Bull che lo ha portato fino al Sónar di Barcellona.

PERSEUS dj set: nato a Toronto, e di base a Dallas, Leon Ozie è il fondatore della French Express, etichetta dedita ai suoni della disco. Prima di dedicarsi all’etichetta Leon ha lavorato come talent scout nell’elettronica creando una piattaforma web per musicisti e dj emergenti. Orecchio fine e collezione dischi invidiabile. Suonerà per la prima volta a Roma.

SHIGETO live: Zachary Saginaw è uno dei protetti della Ghostly International, etichetta di Matthew Dear.  Risiede a Brooklyn dove lavora alle sue produzioni che uniscono abstract, elettronica e future jazz come nel suo album del 2012 Lineage. Un Four Tet della prima ora che dimostra dal vivo anche un incredibile abilità alla batteria. Suonerà per la prima volta a Roma.

SLOW MAGIC live: un artista che ama giocare con il mistero: si nasconde dietro una maschera
coloratissima dice che la sua è una “musica fatta da un amico immaginario”. Chiunque ami i suoni che Comprendono dream pop e chillwave ha adorato il suo primo album del 2012 il cui nome è un semplice triangolo. Suonera’ per la prima volta a Roma.

GIRAFFAGE live: Charlie Yin viene da San Francisco, è un produttore giovanissimo e altrettanto
Promettente che fa tutto da solo, compreso il suo primo album self released Comfort. Anche lui come XXYYXX, con cui ha collaborato, è amante dei suoni dreamy, r’n’b e abstract ma non disdegna suoni più decisi che lo avvicinano ad altri generi: trap, footwork, crunk. Suonerà per la prima volta a Roma.

BLACKBIRD BLACKBIRD live : Michael Sanders è un produttore attivissimo. Ha già rilasciato numerosi EP ed album spesso senza l’intermediazione di nessuna etichetta. Per i suoi remix bisogna già mettersi in fila e dalla sua ha una miscela di atmosfere chillwave, abstract e dreamy molto ballabili che ricordano Toro Y Moi e Washed Out: una festa in spiaggia dalla quale non si vorrebbe mai andare via.

BEAT CULTURE live: un live fatto di laptop e controller, intricate tele di ritmi e voci, una predilezione per il beat sognante e astratto. Un altro fenomeno annunciato tra i producer di nuove generazione negli States. Il suo ultimo album si chiama, non a caso, Tokyo Dreamer. Suonerà per la prima volta a Roma.